Cosa fare se non si può svolgere un percorso di mediazione?

 I SINGOLI GENITORI in separazione o già separati che per qualsiasi motivo non possono accedere ad un percorso in coppia, hanno la possibilità di accedere a dei COLLOQUI INDIVIDUALI nell'ottica della mediazione.

 In questi incontri il mediatore aiuta a capire come meglio strutturare gli accordi, favorisce il raggiungimento della comunicazione con l'altro genitore e, se la coppia non è ancora separata, aiuta a capire come comunicare ai figli la decisione presa di separarsi affinché i bambini possano comprendere ed accettare la separazione dei propri genitori. Ogni colloquio ha inoltre lo scopo di favorire nel singolo genitore un atteggiamento emotivo costruttivo affinché la coppia genitoriale possa raggiungere una migliore comunicazione, una sufficiente collaborazione per i figli con il proprio ex e l'alleanza educativa necessaria per crescerli al meglio. Spesso anche un solo genitore che decide di avvalersi di un professionista specifico per affrontare positivamente la separazione può far sì che i figli possano meglio superare questa delicata fase della loro vita. 


Come prevenire o superare le difficoltà quando si formano nuove coppie?

 Lo studio offre anche consulenze e colloqui di SOSTEGNO ALLE NUOVE COPPIE e ai NUOVI PARTNER che essendosi uniti dopo una separazione desiderano confrontarsi con un esperto per gestire al meglio i compiti affettivi ed educativi che la nuova situazione richiede, e sentono la necessità di un aiuto per riorganizzare nel suo complesso le dinamiche relazionali fra tutti i soggetti coinvolti.   

 Sia quando i nuovi compagni arrivano da precedenti separazioni con figli, ma anche quando non hanno mai avuto una propria esperienza famigliare, può non essere facile gestire la complessità di tutte le relazioni; se poi nella nuova coppia dovessero arrivare anche altri figli, chiedere consiglio ad un professionista può davvero essere fondamentale per il migliore adattamento di bambini, ragazzi e adulti alla nuova situazione.


Come possono aiutare i nonni o le altre figure di riferimento della famiglia?


  Lo studio offre CONSULENZE AI NONNI, ma anche a zii o ad altre figure di riferimento per genitori e figli come insegnanti e amici, perché frequentemente coloro che sono vicini alla famiglia in separazione non sanno cosa fare e sentono l'esigenza di un confronto per supportarla al meglio. 

   I nonni spesso rappresentano una risorsa importante all'interno delle famiglie: hanno un ruolo cruciale nel sostenere figli, nipoti, generi e nuore dal punto di vista affettivo ed organizzativo e possono offrire un aiuto prezioso affinché la nuova situazione possa essere ben superata da tutta la famiglia. Per loro può essere fondamentale un confronto con un esperto per riuscire a capire e a superare eventuali difficoltà a rapportarsi con la separazione e, soprattutto quando il conflitto è acceso, essere aiutati a capire cosa fare quando si vede lo sgomento negli occhi dei propri nipotini e sapere cosa è meglio suggerire  e come aiutare i propri figli, permette a grandi e piccoli di superare meglio la separazione.  


I Gruppi per Genitori Separati

 Per i SINGOLI GENITORI c'è anche la possibilità di partecipare a GRUPPI DI CONDIVISIONE PER GENITORI SEPARATI per un sostegno alla genitorialità nella separazione (non possono partecipare mamme e papà appartenenti alla stessa coppia): vivere la stessa condizione definisce l'appartenenza al gruppo e il numero ristretto di partecipanti facilita l'interazione e l'espressione delle emozioni. Durante gli incontri, una decina e a cadenza quindicinale, attraverso il confronto e la condivisione con gli altri e garantendo l'assoluta riservatezza su quanto si viene a conoscenza da parte degli altri genitori, ogni membro del gruppo con la propria esperienza, competenza e peculiarità trae supporto per sé e costantemente lo dà anche agli altri. 

  Il gruppo si pone l'obiettivo di favorire il confronto, far superare l'isolamento in cui a volte ci si trova dopo una separazione e promuovere lo scambio di informazioni e modalità di comportamento su problemi concreti (la gestione dei figli, la comunicazione con l'altro genitore, la modalità d'introduzione dei nuovi partner, la fatica dei nonni ad accettare la separazione, ecc). Confrontarsi tra persone che vivono la stessa esperienza permette di  accrescere le proprie competenze e aiuta a trovare nuove soluzioni alle proprie problematiche. 

 Per i genitori interessati è previsto un colloquio preliminare tra il mediatore e il possibile partecipante, sia per la necessità di una reciproca conoscenza e sia per verificare la compatibilità di obiettivi, motivazioni e bisogni tra chi intende partecipare e le finalità del gruppo. 



Dott.ssa Cristina Marini

Mediatrice Familiare - Psicologa esperta nelle separazioni e nella genitorialità

 

Via Guido Reni - 35134 - Padova

Corso del Popolo - 35131- Padova

 

338-8191479 

cristinamarini.med@gmail.com 

Separazione Divorzio Mediazione Familiare Padova Marini Cristina
La Mediazione Familiare: un aiuto per le coppie nella separazione e nel divorzio.