Il percorso di Mediazione può essere iniziato sia quando entrambi i genitori hanno già deciso di separarsi, ma anche quando solo uno dei due lo ha deciso mentre l’altro non vorrebbe.  La Mediazione Familiare si rivolge:

  • a tutte le coppie con figli sia sposate che conviventi, in cui almeno uno dei due genitori è già arrivato alla decisione di separarsi, e si desidera un aiuto per trovare accordi personalizzati e soddisfacenti per tutti;

  • ai genitori che, separati da tempo, non riescono a rispettare quanto deciso o hanno accordi che sono diventati inadeguati per le mutate condizioni di vita della famiglia e sentono il bisogno di rinegoziarli o di modificarli  con l'aiuto di un esperto;

  • ai genitori già separati che non riescono a comunicare per i figli e/o faticano a trovare una linea educativa condivisa.

  • ai singoli genitori in separazione che per qualche motivo non possono o non se la sentono di intraprendere un percorso congiunto. In questi casi verranno proposti al genitore che desidera essere aiutato dei colloqui individuali nell'ottica della mediazione in cui ci si concentrerà su cosa dire ai figli rispetto alla separazione, sugli accordi futuri da proporre all'altro genitore e su come provare a recuperare la comunicazione e l'alleanza genitoriale necessarie per  continuare a crescere al meglio i figli.

    In ogni caso, per rivolgersi alla mediazione, non è necessario che fin da subito entrambi i genitori siano d'accordo di intraprendere il percorso di Mediazione. 

    All'inizio può anche essere sufficiente che solo il genitore motivato contatti il mediatore per un incontro.  All'interno del primo colloquio individuale sarà il Mediatore a consigliare come provare a coinvolgere l'altro, e in caso di insuccesso, se il genitore non interessato darà il consenso ad essere contattato, sarà il Mediatore stesso che proverà a proporre un primo colloquio individuale per spiegare gli obiettivi della Mediazione.    



 Vi sono alcune situazioni in cui il percorso in coppia di Mediazione non è indicato:

  • quando uno dei due genitori è affetto da una grave patologia psichiatrica, da alcolismo o da tossicodipendenza;

  • quando ci sono stati episodi di violenza grave, fisica o psicologica, nei confronti del partner o dei figli;

  • quando c’è un grande squilibrio di potere emotivo, psicologico o economico tra i due genitori, in quanto in questi casi può essere compromessa l’equa negoziazione degli accordi.


A chi non può essere essere utile la Mediazione Familiare? 

  • A chi, durante la separazione, vuole assolutamente vincere sull'altro e non insieme all'altro, vuole la contrapposizione a tutti i costi e cerca l’esasperazione del conflitto

  • A chi intende usare i figli come strumento di ricatto e di vendetta e non è disposto a riconoscere alcuna dignità al punto di vista dell’altro, tenendo conto solo dei propri bisogni.

  • A chi preferisce delegare ad altri (Avvocati, Giudici, Operatori, CTU...) tutte le scelte cruciali relative al futuro della propria famiglia.

Separazione Divorzio Mediazione Familiare Padova Marini Cristina

Studio di Mediazione Familiare della  Dott.ssa Cristina Marini

Via Guido Reni - 35134 - Padova

Corso del Popolo - 35131- Padova

338-8191479 

cristinamarini.med@gmail.com

  

 

 

Separazione Divorzio Mediazione Familiare Padova Marini Cristina
La Mediazione Familiare: un aiuto per le coppie nella separazione e nel divorzio.