Le coppie che si separano spesso presentano alti livelli di conflittualità in quanto tra i genitori i canali di comunicazione si sono interrotti, si fa fatica ad ascoltarsi e si tende a concentrarsi più sulle proprie posizioni che sui reali bisogni dei vari membri della famiglia. 

La Mediazione Familiare facilita la comunicazione, l'individuazione delle soluzioni e l'organizzazione dei cambiamenti e permette di minimizzare gli effetti negativi della separazione mettendo costantemente in luce le risorse genitoriali di mamma e papà. 

La coppia viene aiutata dal mediatore a scindere il rapporto sentimentale, ormai terminato, dal rapporto genitoriale che deve invece assolutamente essere  mantenuto nell'interesse dei figli.

Separazione Divorzio Mediazione Familiare Padova Marini Cristina

L'esperienza concreta mostra come nelle situazioni separative la difficoltà non sia soltanto quella di individuare accordi nell'interesse di tutti i membri della famiglia, ma anche quella di ottenere che tali accordi vengano poi mantenuti col passare del tempo. 

Durante gli incontri di Mediazione i genitori hanno la possibilità di parlarsi, confrontarsi e fare ipotesi: con l'aiuto del mediatore possono raggiungere insieme accordi su tutti gli aspetti della separazione (dove i figli manterranno la residenza, quando staranno con l'uno e quando con l'altro genitore, come ci si organizzerà per le vacanze, come verranno divise le spese per i figli, come verranno fatte le scelte educative...) e già durante il percorso possono verificare la tenuta della maggior parte delle proprie decisioni. La Mediazione termina con il PROGRAMMA DI SEPARAZIONE, un accordo che regolerà la vita futura e che verrà strutturato in modo da tenere conto delle trasformazioni che con il tempo la famiglia si troverà ad affrontare. Con il passare degli anni sicuramente saranno necessari dei cambiamenti, ma scopo finale della Mediazione è quello di rendere  la coppia genitoriale autonoma nell'affrontare tutte le scelte e le trasformazioni future.

Separazione Divorzio Mediazione Familiare Padova Marini Cristina

 

Sintetizzando in punti, la Mediazione Familiare è: 

  1. Una tecnica di gestione dei conflitti basata su precise abilità professionali volte a trasformare la conflittualità affinché la coppia riesca a passare dall'antagonismo alla collaborazione. 

  2. Uno strumento che aiuta i genitori a raggiungere insieme decisioni costruttive e personalizzate che tengano conto dei bisogni di tutti.

  3. Un aiuto per concordare come dire ai propri figli la decisione della separazione mantenendo sempre l'attenzione sul bisogno dei bambini di conservare un solido e continuativo rapporto con entrambi i genitori.

  4. Una tecnica che aiuta a recuperare la comunicazione l'alleanza genitoriale necessarie per la crescita positiva dei figli.

  5. Uno strumento che rende più semplice rispettare nel tempo gli accordiin quanto sono i genitori stessi che ci hanno lavorato non delegando a nessuno le proprie decisioni.

  6. Un percorso limitato nel tempo. 6/12 incontri per una Mediazione conclusa positivamente: quasi mai l'intervento di mediazione viene protratto più a lungo nel tempo.
  7. Uno spazio di incontro neutrale, in quanto il Mediatore non prende le parti di nessuno, è imparziale e rende la coppia genitoriale protagonista delle proprie scelte, non prendendo decisioni e non chiedendo di accettare compromessi che non convincono.
  8. Una tecnica che garantisce la più assoluta riservatezza: ciò che viene detto nella stanza della mediazione rimane nella stanza della mediazione e per nessun motivo avvocati, giudici o operatori psicosociali verranno a conoscenza di quanto è emerso durante i colloqui. 

 

Concludendo, è infine anche importante tenere presente che la Mediazione Familiare è caratterizzata dalla:  

  • Assoluta volontarietà di accesso: in nessun caso la mediazione può essere imposta da altri. E' un modo per riprendersi la responsabilità genitoriale di tutte le decisioni rispetto alla futura separazione attraverso una volontaria richiesta di aiuto ad un esperto.
  • Partecipazione al percorso solo da parte dei genitori. I figli non accedono MAI alla mediazioneSpetta ai genitori la responsabilità di decidere, con l’aiuto del mediatore, come riorganizzare la vita futura, e coinvolgere i figli in questa decisione non aiuta a tutelarli maggiormente.
  • Completa autonomia dall'ambito giudiziario: Il mediatore  ha l'obbligo al segreto professionale rispetto al contenuto degli incontri, alle decisioni prese e agli accordi raggiunti, e nel caso il percorso dovesse fallire ciò garantisce che il tentativo svolto dai genitori in sede di mediazione non potrà mai, in nessun caso, ritorcersi contro di loro.

Studio di Mediazione Familiare della  Dott.ssa Cristina Marini

Via Guido Reni - 35134 - Padova

Corso del Popolo - 35131- Padova

338-8191479 

cristinamarini.med@gmail.com

  

 

 

Separazione Divorzio Mediazione Familiare Padova Marini Cristina
La Mediazione Familiare: un aiuto per le coppie nella separazione e nel divorzio.